PIMEphil – oggi/today

L’interesse del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) per le Filippine si deve attribuire a p. Angelo Saverio Zanesi, prete canossiano di Cremona, missionario nell’isola di Samar. Nel 1966 questi sollecita il superiore generale del Pime mons. Aristide Pirovano ad inviare dei missionari nelle Filippine, visto che nello stesso periodo molti padri vengono espulsi dalla Birmania. Mons. Pirovano dimostra un certo interesse di cui p. Zanesi informa il nunzio a Manila, mons. Carlo Martini.  Nel gennaio del 1967, mons. Pirovano, già in viaggio ad Hong Kong, visita le Filippine. Piovono altre richieste di lavoro. Il 5 marzo 1968, dopo molti contatti, trattative ed un’altra visita esplorativa mons. Pirovano scrive al nuovo nunzio, mons. Carmine Rocco, che il Pime accetta il lavoro offerto nelle diocesi di San Pablo (al nord) e Dipolog (al sud); precisamente: “…la direzione del seminario minore di San Pablo, la parrocchia di Santa Cruz e l’erigenda parrocchia di Holiday Hill, sempre nella stessa diocesi, e il distretto missionario di Siocon, nella diocesi di Dipolog”. I primi tre missionari (p. Pietro Bonaldo, p. Joseph Vancio e fratel Giovanni Arici) sono a San Pablo il 6 dicembre 1968. Altri seguiranno immediatamente.

Nel 2000 delle antiche missioni, il PIME conservava solo la parrocchia di Sirawai, nella Diocesi di Dipolog, da dove tra l’altro e uscito il primo sacerdote filippino del PIME, p.Romeo Catan. Si è consolidato solo nelle diocesi di Parañaque (MetroManila), Zamboanga City,  Kidapawan, e nella prelatura di Ipil. Ha accettato anche di gestire una parrocchia nella diocesi di Antique (Isola di Panay). Alcuni impegni del passato sono stati ceduti al clero diocesano locale o ad altri istituti religiosi. Attualmente i padri del PIME lavorano nelle parrocchie di: Sinunuc (Zamboanga), Sampoli e LakeWood (Prelatura di Ipil), GreenFields-Arakan Valley (Kidapawan), Guinsang-an in SanJosè de Buenavista (Panay, Antique), Maria Regina degli Apostoli, in Parañaque (MetroManila) e in Santa Teresita ng Batang Hesus Parish, Olaes, GMA, Diocesi of Imus. Il PIME è ancora impegnato in alcuni programmi per le Popolazioni Indigene, Manobo/B’laang (Kidapawan) e Subanen (Ipil). P.Sebastano D’Ambra gestisce in Zamboanga City il Silsilah, una organizzazione per il dialogo con i musulmani. La Sede Regionale è in Suterville, Zamboanga City. Recentemente PIME ha iniziato a lavorare in nell’isola di Lubang (Vicariato di Mindoro Occidentale)

(2017) Il PIME nelle Filippine ha ridotto ulteriormente la sua presenza. Ha lasciato da qualche hanno l’Isola di Lubang e recentemente le missioni in Arakan Valley, quella in Sirawai e quelle nella Diocesi di Antique (Panay). E’ presente nella nuova parrocchia di Santa Teresita ng Batang Hesus Parish, Olaes, GMA, Diocese of Imus. Continua il suo lavoro in Sinunuc (Zamboanga City), Sampoli e Lakewood nella Diocesi di Ipil e nella Diocesi di Paranaque (MetroManila). Nella Diocesi di Kidapawan rimane un rappresentante che lavora tra le popolazioni indigene e in quella di Zamboanga uno per il dialogo interreligioso (Silsilah). La casa regionale è ora in Manila.


The interest of the PIME (Pontifical Institute of Foreign Missions) for the Philippines must be attributed to p. Angelo Saverio Zanesi, a canossian priest of Cremona, missionary in the island of Samar. In the 1966 he prompted the superior general of the Pime mons. Aristide Pirovano to send missionaries in the Philippines, inasmuch as in the same period many fathers come expelled from the Birmania. Mons. Pirovano demonstrates an interest of which p. Zanesi informs the nunzio to Manila, mons. Carlo Martini. In January of 1967, mons. Pirovano, already in travel to Hong Kong, visits the Philippines. The demands for work are plenty. On 5 March 1968, after many contacts, negotiations and an other exploratory visit mons. Pirovano writes to the new nunzio, mons. Carmine Rocco, that Pime will accepst a job offered in the dioceses of Saint Pablo (to the north) and Dipolog (to the south); just: “… the direction of the smaller seminary of Saint Pablo, the parish of Saint Cruz, the erigenda the parish of Holiday Hill, always in the same diocese, and the district missionary of Siocon, in the diocese of Dipolog”. The first three missionaries (p. Peter Bonaldo, p. Joseph Vancio and fratel Giovanni Arici) arrives in San Pablo on 6 December 1968.

In 2000, of the first missions, PIME conserved only the parish of Sirawai (once in the District of Siocon) from where came the first Filipino PIME missioner, p.Romeo Catan. Since 1985 PIME has been working in the dioceses of Parañaque (MetroManila), Zamboanga City (1968) , Kidapawan (1981), in the prelature of Ipil (1982) and since 2003 in the diocese of Antique (Island of Panay). Some engagements of the past have been yielded to the local diocesano clergy or to other religious institutes. Currently the PIME’s fathers are working in the parishes of: Sinunuc (Zamboanga), Sampoli and LakeWood (Diocese of Ipil), GreenFields-Arakan Valley (Kidapawan), Guinsang-an in San Josè de Buenavista (Panay, Antique), Mary Queen of the Apostles, in Parañaque (MetroManila) and Santa Teresita ng Batang Hesus Parish, Olaes, GMA, Diocese of Imus. The PIME still is engaged in some programs for the Aboriginal Populations, Manobo/B’ laang (Kidapawan) and Subanen (Ipil). In Zamboanga City fr.Sebastano D’ Ambra continues to direct the Silsilah, one organization for the dialogue with the Muslims. The Regional House is in Parañaque, MM.

(2017) PIMEs are no more present in Sirawai Parish (Diocese of Dipolog), Arakan Valley Parish (Diocese of Kidapawan) and Guinsang-an Parish (Diocese of Antique). New missioners are coming from India and Bangladesh. On July 2017, after his theologate in Italy Ace Abella, PIME, has been ordained priest in his native parish Mary Queen of Apostle Parish, Parañaque, MetroManila.

 

Advertisements