In un momento in cui sta tornando in auge il nome di Ferdinando Marcos (i suoi molti eredi e famigliari si stanno preparando per le prossime elezioni con l’appoggio dell’attuale presidente Duterte) l’Agence France Presse (AFP) ha fatto notare che un post ancora circolante su Facebook, già in rete nel 2016, con la foto di un presunto ponte costruito durante la ‘presidenza’ di Marcos, è un ‘fake’ e la foto ‘australiana’. 

Il post mostra la foto di un ponte in Ilocos Norte e Cagayan (notoriamente roccaforti dei Marcos) con la didascalia: “Boundary ng Ilocos Norte e Cagayan. # Marcosbrand (Limite di Ilocos Norte e Cagayan. # Marcosbrand.)”

Il ponte è invece il Sea Cliff Bridge a Wollongong, in Australia, ritratto dal fotografo australiano Dee Kramer, il quale ha confermato la foto. Mark Sleigh, direttore generale dell’agenzia di turismo Destination Wollongong, ha poi precisato che è stata scattata durante la fase di costruzione del ponte.

Le false notizie sul ponte sono state condivise online oltre 24.000 volte dagli account Facebook e poi ritrasmesse a una utenza di altri 446.751 followers e account in maggioranza sostenitori della famiglia Marcos e del presidente Rodrigo Duterte.

From Inquirer Philippines

Fake news è anche continuare a chiamare Ferdinand Marcos “ex-presidente o presidente emerito” (il suo corpo recentemente seppellito nel cimitero degli eroi per ordine di Duterte). In realtà, una volta al potere, Marcos, impose la legge marziale che fu la causa di 100.000 vittime e chiamarlo così sarebbe un disonore per gli altri ex presidenti. Un appellativo più adatto sarebbe il “dittatore estromesso”.

Nomi fake, cioè falsi, furono poi quelli che Marcos e Imelda nel 1968 usarono per firmare e depositare milioni (se non qualche bilione) di dollari in diversi conti presso il Credit Suisse. Lui, Marcos, come William Saunders e lei, Imelda, come Jane Ryan. Nel febbraio 1970, i conti svizzeri erano così carichi, che la coppia aggiunse ulteriori strati di occultamento, trasferendo le proprietà su fondazioni registrate nel Liechtenstein, Arelma S.A. I conti di William Saunders-Jane Ryan furono chiusi alla fine del 1970, ma i saldi trasferiti a una nuova entità chiamata Xandy Foundation. Le istruzioni per creare questa Foundation furono scritte a mano e firmate da Ferdinando e Imelda. Successivamente, i  beni della Fondazione Xandy vennero trasferiti alla Fides Trust Co., poi alla Fondazione Avertina e poi ad altre. Dopodiché Marcos instaurò la legge marziale.

See The Guardian

Nel 2003, la Corte suprema delle Filippine ha ordinato la confisca dei depositi di Marcos in favore della Repubblica delle Filippine. La confisca dei beni di Arelma A.C. a favore del governo filippino è stata confermata dalla Corte Suprema nel 2012. L’ammontare totale recuperato è stato di oltre 661 milioni di dollari, una cifra sbalorditiva considerando che i Marcos avrebbero dovuto trarre il loro reddito solamente dal libro paga del servizio statale.

Tuttavia, per molti, questo importo rimane una piccola somma di ciò che può essere stato effettivamente rubato, falsando i veri intenti.