Tropical Depression 02W porterà pioggia durante la Pasqua nelle Filippine, regalando qualche giorno di frescura nei giorni più caldi dell’anno. Da 50 ai 100 millimetri di pioggia utili per irrorare i campi di riso e mais pronti per la nuova semina.

Una curiosa notizia si trova su The Adobo Chronicles dove si riporta che i vescovi filippini hanno proibito di usare le uova di balut, (una delicatezza filippina, embrione di pulcino di anatra bollito nel suo stesso guscio), come uova di pasqua. Si argomenta che essendo la chiesa contro l’aborto sembra fuori posto cibarsi, in questi giorni, di queste uova con embrioni a cui non è stato dato la possibilità di vita. L’alternativa migliore rimangono le uova di cioccolato. La notizia, non ancora rintracciata sul sito ufficiale dei vescovi CBCP e su giornali filippini, ha tutta l’aria di essere una bufala, in un uovo.

Intanto in il vescovo di Kidapawan Jose Colin Bagaforo ha ordinato, in questi giorni, I primi due preti dal suo arrivo in diocesi.  “Be with your people,” (State vicino alla vostra gente) ha detto Bagaforo ai due nuovi ordinati p. Rodel Balansag e p. Phillip Edward Bernaldez. Padre Phillip è stato assegnato alla parrocchia di Our Lady of Perpetual Help in Arakan, North Cotabato, missione e parrocchia gestita dal PIME per molti anni e ora in mano al clero diocesano.

Citando Marshall McLuhan, il vescovo ha detto poi ai sacerdoti presenti che dovrebbero sempre ricordarsi che “il medium è il messaggio”, cioè di essere “Cristo per gli altri.” In altre parole il prete deve incorporarsi come figura di Cristo in ogni messaggio che comunica, creando così un rapporto simbiotico (di fede) che porta beneficio sia a chi trasmette il messaggio che a chi lo riceve.

Advertisements