philippines-jesus-_1929217idayinphotos26    La devozione  verso l’ultimo profeta San Juan Bautista risale al lontano 1894 quando un regio decreto dagli spagnoli istituisce la parrocchia di San Giovanni Battista nei dintorni di Manila. Anni dopo incominciò a diffondersi, ogni 24 giugno, un sagra religiosa, ora chiamata Wattah-Wattah, dove il battesimo di san Giovanni veniva, per così dire, ricordato a forza di secchiate d’acqua e gavettoni. Nel corso degli anni l’usanza si è poi trasmessa in altre parti dell’arcipelago, imitando quelle buddiste che si tengono durante la primavera in Cina e Thailandia. Per questo, in questo giorno, tutti, nelle Filippine, già mettono in conto che potrebbero benissimo rincasare bagnati da capo a piedi. Non una grande cosa visto lo spreco d’acqua, benedetta, dopo mesi di siccità. Certo i primi grandi tifoni non tarderanno ad arrivare, ma l’acqua che porteranno rimarrà sempre più un bene prezioso da preservare.

Advertisements