Carissimi amici,

desidero unirmi a voi in questi giorni mentre pregate per il Giancarlo. Per me e’ stato un grande amico fin da quando lo conobbi a Castelleto quando con il Sandro Bordignon andavamo a fare catechismo all domenica. L’amicizia si e’ poi rafforzata negli anni in cui era nelle Filippine. Due volte e’ venuto a trovarci qui alle Hawai`i. Ha lasciato un ricordo nel cuore di tutti indimenticabile. E’ diventato parte della nostra famiglia. Con lui siamo andati a Kalaupapa nel 2000 a celebrare il nostro anno di Giubileo nella chiesa di Padre Damiano. Siamo scesi a piedi da Moloka’i per fare il nostro pellegrinaggio.

Quando fu rapito a casa nostra accendemmo una candela e da allora c’e’ sempre una candela accesa 24 ore per tutti gli amici, per chi soffre e per chi ha bisogno di una piccola luce. Adesso e’ accesa per lui che se n’e’ andato, che la sua luce gli indichi il cammino. Ormai avra’ trovato tutti i cari missionari del PIME che han vissuto nelle Filippine e che l’hanno preceduto da Padre Bonaldo a fratel Giovanni. Il Paradiso e’ ancora piu’ bello perche’ c’e’ Giancarlo.

Mi manchera’ tanto. Ci chiamavamo spesso su skype e facevamo delle grande chiaccherate e ghignate.

Scusatemi, desideravo solo dirvi che vi sono vicino perche’ so che gli volete bene e che e’ sempre stato un grande amico per ognuno di voi. un abbraccio

Con affetto gigi (cocquio)

Advertisements