Il sito web di WikiLeaks ha pubblicato una lettera confidenziale dell’ambasciata degli Stati Uniti a Londra rivelando l’eventuale contrabbando illegale di materiale radioattivo nelle Filippine nel 2007.
Ia lettera era datata 21 novembre 2007 ed è stato contrassegnato come “sensibile”.

La lettera ha rivelato che un uomo non identificato aveva chiamato l’unità US National Investigator (FSNI) il 20 novembre 2007 rivelando di avere informazioni sulla “possibile vendita di uranio che precedentemente apparteneva agli Stati Uniti”.

L’unità FSNI aveva ricevuto una telefonata dall’uomo che affermava di aver lavorato in precedenza con i subacquei nelle Filippine ed era stato recentemente contattato da loro con informazioni secondo le quali i subacquei avevano trovato 5-6 pani di Uranio in un relitto navale della marina navale statunitese e avrebbero il desiderio di vendere il materiale radioattivo a scopo di lucro.

Lo stesso giorno, l’Unità di Ricerca dell’Ufficio per la Sicurezza Regionale ha ricevuto una e-mail non classificata con 9 allegati fotografici dei pani radioattivi.

Nella lettera l’uomo non identificato diceva di aver inviato un fax all’ambasciata statunitense e all’agenzia centrale di intelligence, ma doveva ancora ricevere una risposta.

Il Bagong Alyansang Makabayan, nel frattempo, ha detto che quel documento solleva domande sul perché le forze americane stanno portando materiale radioattivo nel territorio filippine. Le autorità filippine non sono autorizzate ad ispezionare le navi da guerra delle forze americane.

Da ABS/CBN

Advertisements