Una notizia dalle Filippine:  PADRE NEVIO VIGANO’ SI RACCONTA

In comunità ( Comunita’ Pastorale ‘S. Teresa Benedetta della Croce’ in Lissone) si sa che a Zamboanga a Sinunuc nelle Filippine svolge il suo ministero pastorale tra i cristiani di quella terra il nostro Padre Nevio. In occasione del Natale ha inviato un e-mail a un giovane lissonese che gentilmente ce l’ha passata, in attesa di contattare personalmente il padre nei prossimi giorni. Ecco la parola sofferta di Padre Nevio:

“E’ iniziata la novena in preparazione al Natale. In ogni chiesa, cattedrale o cappella più sperduta in massa la gente si sveglia di primissima mattina e si reca per la celebrazione della “Messa del gallo‟ che inizia alle ore 4 e termina prima del sorgere del sole. Sono famiglie intere che si recano nelle chiese….e nessuno può mancare alla celebrazione con le preghiere e i canti le ricche liturgie le luci le decorazioni gli auguri festosi i volti sorridenti un vestito nuovo per chi se lo può permettere e poi il Christmas Party, i pranzi di Natale con un poco più di carne invece del solito pesce fritto. Meno uno: IO!

Proprio due giorni fa alla vigilia della Novena ho dovuto lasciare la mia parrocchia di Sinunuc e trasferirmi temporaneamente a Manila nella casa del Pime. Nelle settimane scorse ed ancora di più negli ultimi giorni le voci di un possibile e probabile rapimento da parte di gruppi terroristici nei miei confronti erano diventate sempre più assillanti e dettagliate fino ad obbligarmi a non poter uscire dai confini della chiesa. Per la mia incolumità personale il vescovo ha pensato di sostituirmi temporaneamente con un sacerdote filippino fino a quando la situazione ritornerà più sicura e normale, E io spero presto! Mi sento tremendamente triste. Pensare a voi che sempre mi siete vicini e ora lo sarete ancora di più, mi rende meno amato questo momento. Vi auguro di tutto cuore un sereno e gioioso Natale…. Con tanta amicizia. Padre Nevio Viganò”.

Advertisements