Padre Stefano Mosca

Carissimi amici,
mi trovo a Zamboanga con due leader dei miei tribali per registrare ufficialmente la loro nuova Associazione tribale “Pigumpungan” che significa “Comunione” cosi’ che d’ora in poi i miei tribali possono essere ufficialmente riconosciuti, difesi e sostenuti dal governo filippino e per accogliere 3 seminaristi indiani del Pime che, finito l’anno scolastico a Tagaytay, ora vivranno con me a Lake Wood per 2 mesi aiutandomi nelle attivita’ estive, fino alla ripresa della scuola a giugno.
Ci sono molte novita’.
 
Innanzitutto la difficolta’ della vita a Lake Wood, il municipio non manda piu’ acqua nelle case da almeno 3 settimane e cio’ rende difficile perfino il lavare i vestiti, i piatti, il farsi il bagno e il far da mangiare oltre che le attivita’ di formazione di piu’ giorni in parrocchia. Per fortuna continua a piovere percio’ l’acqua piovana non manca almeno per lavare e lavarsi. Anche la corrente continua a saltare per via di forti temporali e sono ormai molte le notti passate a lume di candela. Un fulmine ha distrutto anche l’antenna dell’internet e cosi’ da piu’ di un mese non posso piu’ ricevere notizie e rispondere ai vostri messaggi. A tutto questo per completare l’opera si aggiunge anche la impraticabilita’ delle nostre strade ormai ridotte a cumulo di sassoni, e la paralisi delle infrastrutture della nostra citta, chiuso l’ospedale, chiusa la posta, niente soldi per qualsiasi progetto, che dire, una bella penitenza che si addice al periodo di Quaresima che stiamo vivendo.
 
Siamo vicini al 2010 anno delle elezioni nazionali e qui a Lake Wood e’ gia’ iniziata la guerra tra i due potenti politici della zona che se una volta amici e dello stesso partito, ora hanno litigato e si odiano a morte e approfittano di ogni occasione per insultare o mettere in cattiva luce l’avversario. Il mio gruppo dei tribali aveva pronta una richiesta alla governatrice di Pagadian per chiedere una ispezione in due nostri villaggi della Municipalita’ dove alcuni avevano iniziato a disboscare selvaggiamente la foresta e ad aprire tunnel ovunque alla ricerca dell’oro. Il politico di Pagadian ha impugnato subito la nostra richiesta come scusa per accusare il suo avversario di essere lui il diretto responsabile di queste attivita’ illegali e non c’e’ giorno che lo svergogni alla radio locale ringraziando e elogiando invece i tribali del mio gruppo per il coraggio della denuncia. Il mese scorso i soldati sono venuti in alcuni nostri villaggi alla ricerca dei ribelli contro il governo e si sono messi ad accusare pubblicamente la Chiesa, il sottoscritto, e la mia gente di aver sostenuto e protetto questi cosidetti NPA. Alla mia forte reazione e minaccia di querela per diffamazione si sono scusati pubblicamente dicendo di riferirsi soltanto a precedenti sacerdoti e suore che negli anni 80 hanno aiutato questi ribelli contro la dittatura di Marcos. Come vedete il clima e’ gia’ caldo e non mi stupisco se tra breve ci scappa anche il morto.
 
Le scuole stanno finendo in questi giorni e sono alle prese con le messe di graduation nelle varie scuole elementari, medie e college della Municipalita’. Gli scholar hanno tutti felicemente concluso l’anno scolastico tranne un paio di tribali che hanno smesso uno perche’ trasferitosi a vivere in citta’ con la famiglia, e l’altro per via della mamma morente di cancro ha dovuto interrompere per accudire giorno e notte la mamma ormai malata terminale.
 
Stiamo preparando ormai la vicina settimana santa e continuando le nostre Via Crucis alla sera del Venerdi’. Ieri abbiamo avuto il ritiro dei giovani e tra qualche giorno sara’ il turno anche degli adulti. Abbiamo celebrato la festa del papa’ ma per via della pioggia torrenziale, solo pochi papa’ hanno partecipato alla festa in loro onore.
 
I giovani dopo Pasqua parteciperanno come ogni anno al festival dei giovani della Prelatura e quindi inizieremo i campi di lavoro estivi per le medie dove conto molto sull’aiuto dei 3 seminaristi di Tagaytay.
 
Riguardo ai progetti, sto riparando la vecchia casa parrocchiale che diventera’ a giugno un ostello per gli scholar e altri studenti che dai monti possono andare a scuola in Lake Wood centro, vivendo in parrocchia durante la settimana.
 
Gli uffici sotto la nuova chiesa parrocchiale diventeranno 2 aule di asilo che stiamo progettando per l’inizio del nuovo anno scolastico a giugno, completando tutti i permessi necessari secondo le direttive del Departiment of Education. Mio padre vivendo 3 mesi a Lake Wood lo scorso periodo natalizio, ha fatto le altalene, il castello e altri giochi sul piazzale della chiesa nuova che diventeranno cosi’ un piccolo parco giochi per i bambini del nuovo asilo. Il formation center sta gia’ dando segni di cedimento con finestre e porte di legno mangiate dalle tarme e infiltrazioni di acqua dal tetto che fan marcire il soffitto di compensato. Cercheremo di tappare ancora i buchi, in attesa di fondi piu’ cospiqui per costruirlo di nuovo.
 
Circa i miei collaboratori ho dovuto sospendere la coordinatrice delle catechiste per via di gioco d’azzardo illegale da lei organizzato insieme al marito durante le sere, e le continue ubriacature e arrabbiature con la vicina di casa, atteggiamenti suoi da poco iniziati che mi fanno vergognare di fronte alla gente da lei istruita nel catechismo.
 
Un ultimo pensiero circa la Pasqua ormai vicina, che vuole essere un augurio per tutti voi. Dio Padre non ha risparmiato il suo Figlio unigenito e amato affinche’ questi accettasse volontariamente di soffrire e pagare il castigo del Padre per i nostri peccati, cioe’ la morte. Cio’ affinche liberati da lui dal castigo della morte, e resi da lui giusti, lui ci donasse in cambio di cio’ il suo perdono e la sua vita eterna. Questa e’ la salvezza che vi auguro di gustare in profondita’ il giorno di Pasqua.
 
Un abbraccio a tutti, una preghiera per la mia missione, e una santa Pasqua a tutti voi.
 
A risentirci a presto.

Advertisements