philippines1

Eugenio Vagni, (62 anni di Montevarchi, Arezzo) volontario italiano della Croce Rossa Internazionale, è stato rapito ieri  nell’isola di Jolo assieme allo svizzero Andreas Notter e alla filippina Jean Lacaba. I sequestratori: «Possono essere stati sia gruppi armati organizzati che semplici banditi interessati a un buon riscatto», ha affermato all’agenzia Misna Richard Gordon, capo della Croce Rossa filippina. L’isola e’ ritenuta zona di libero commercio tra Malesia e Filippine e in passato una storica e temuta base della pirateria che operava nel mar delle Sulu. Era anche la residenza di un Sultanato abolito nel 1940. Nel 1974 la citta’ di Jolo (capitale della Provincia delle Isole Sulu , 15 isole e mezzo milione circa di abitanti, in maggioranza musulmani e solo il 2,5% cattolici) fu quasi completamente distrutta quando le forze governative si scontrarono con i ribelli Moro (musulmani) che rivendicavano la completa secessione dalle Filippine. Da una decina di anni la presenza di forze islamiche fondamentaliste ha reso instabile la situazione politica e sociale di Jolo. Dello scorso mese l’ultimo rapimento avvenuto nell’isola, il commerciante cinese Peter Go. Il 2009 era poi iniziato con lo scoppio di una granata vicino a un distaccamento militare e di qualche girno fa la notizia della fuga dalla locale prigione di 12  prigionieri tra cui alcuni sospettati di terrorismo.

Advertisements