scarellaNato a Carpasio- Ventimiglia l’11 agosto 1842.

Quando aveva 10 anni, un prozio, missionario francescano, rientra dalla Cina. Ne resta  affascinato e decide che da grande andrà tra i cinesi. A 17 anni entra nel Collegio Brignole-Sale di Genova il 12 agosto 1864 parte per la Cina come suddiacono. Dopo un anno, a Tceungtingfu (Tcely), viene ordinato sacerdote. Rimasto prete secolare (non appartenente a nessuna congregazione religiosa) dopo 5 anni di lavoro chiede di entrare nell’Istituto di preti secolari delle Missioni Estere (Pime). Quando Roma divide l’immenso vicariato dell’Honan Scarella viene nominato Vicario Apostolico dell’Honan del Sud e il vicario già in loco, mons Volonteri , del nord.  Nessuno dei due, tuttavia, era  contento della decisione presa da Roma sulla carta.

La mattina dell’ordinazione episcopale, da parte di mons. Volonteri, Scarella scompare senza dire niente a nessuno. Rintracciato, il Volonteri gli manda una lettera, in cinese, ordinandogli di ritornare. Scarella risponde, pure in cinese, che non se ne fa niente e rimanda indietro le Bolle Pontificie, mai aperte. Dopo circa 5 mesi interviene Roma, che capisce, e lascia il Volonteri dove era, al sud, (dove la gente, nel frattempo aveva circondato la sua casa giorno e notte perche’ non volevano che venisse trasferito ) e ordina allo Scarella di partire per fondare il nuovo vicariato del nord. Era quello che voleva e c’e’ chi disse, in cinese, che ‘strizzo’ l’occhio’.

Advertisements