Avevo appena scritto, una settimana fa, che i rapitori di Giancarlo erano ‘fantasmi’ e sono stato smentito: la ‘mente’ dietro il rapimento di Giancarlo, commander Israel Salinas Kiddie (vero nome Abdulsalam Akedin) è stato ucciso, lunedì 16 giugno, 2008. Commander Kiddie rimane comunque un ‘fantasma’ perchè non c’è più, o almeno così dicono le autorità, perchè già a suo tempo, per sette volte, era stato dato per deceduto per poi essere ‘resuscitato’. Secondo le ultime notizie ucciso in uno scontro violento.
Certo, personalmente vorrei che la violenza non avesse niente a che fare con la mia vita. Anche indirettamente. Che rimanesse una realtà distante.  Al massimo notizia da giornale, da televisione, da cinema, in modo di poter meglio sopportarla. Nell’uccisione del commander Kiddie si potrebbe dire che era destino, che prima o poi sarebbe stato fatto fuori, perchè era armato e avrebbe comunque reagito sparando. Destino o non destino, cinema o non cinema, questa violenza poi la si subisce. Forse era meglio non averla sentita, la notizia! Dopo un anno  di sedimentazione dei ricordi e’ piombata giu’ forse troppo brutalmente. Meglio sarebbe stato l’arresto. Sopra la taglia di 400.000 pesos (10.000 dollari) c’era la foto di commander Kiddie. Un volto d’uomo normale con i baffetti ancora neri.
L’effetto più crudele della violenza, il suo aspetto più disumano lo troviamo proprio quando dietro un crimine, (ma forse anche dietro un fatale errore) c’è il volto di un uomo. Il volto del male (o dell’errore). Tuttavia come parte della stessa umanità, mi sento responsabile di coloro (volti diversi ma sempre creature umane sono) che non riescono a cambiare le loro idee. In questo caso idee violenti. Pessime idee. Certo e’ difficile cambiare la testa a chi è abituato a sparare, ma per essere solidale con il principio di serena convivenza,  posso iniziare dal mio cervello iniettando il ‘no alla violenza’ nei pochi geni che lo fanno funzionare. Dietro un volto che ha ancora voglia di dialogare e di perdonare. Da vivo, naturalmente. (Luciano)

Advertisements