Uscita oggi, nessuna menzione nella lettera pastorale dei vescovi filippini (CBCP) di una richiesta di dimissioni del presidente, Gloria Arroyo. Nemmeno quella più interessante di indagare dove sono finiti i soldi dei progetti governativi: remoti, passati e presenti. Nella lettera si raccomanda solo che venga abolito l’Ordine Esecutivo 464. Era stato promulgato durante il famoso ‘Hello Garci’ scandalo. Il Senato aveva invitato l’allora Capo di Stato Maggiore generale Generoso Segna e altri 6 ufficiali a testimoniare circa presunte manovre fraudolente perpetrate durante il conteggio dei voti nelle elezioni presidenziali nel maggio 2004. Mezz’ora prima dell’inizio della investigazione (fissata per la mattina del 28 settembre 2005) una lettera con l’EO 464, dove si proibiva agli alti ufficiali di testimoniare, veniva inviata al Senato. Due dei testimoni (Gudani e Balutan) comunque testimoniarono, confermando le frodi avvenute.

In altre parole, intuendo in tutto questo una manovra tesa dall’opposizione o forse la reale possibilità di essere costretta a dare le dimissioni, quello stesso giorno, Gloria Arroyo aveva proclamato l’ Executive Order 464 con il mandato che prima di apparire di fronte alla Comissione Investigativa del Senato (Congresso) il personale dei dipartimenti governativi, ramo esecutivo, (ministri, segretari…compreso l’esecutivo militare) devono avere l’approvazione del Presidente della Repubblica. Il 20 Aprile, 2006, la Corte Suprema decide: da una parte stabilisce che questi ‘possono’ invece essere chiamati dal Congresso a testimoniare come ‘aiuto alla legislazione” ma dall’altra ribadisce la validità EO 464 , cioè che il personale dell’esecutivo puo’ avvalersi dell’Ordine e rifiutarsi di apparire di fronte al Congresso. La Corte confermò pure che solo il Presidente può appellarsi al privilegio di non testimoniare o di essere sottoposto a investigazione.

Oramai a Manila non si parla altro che di politica. La Provincia poco interessa. Per Manila le valanghe di fango in Samar che si abbattono sui villaggi sono notizie esotiche, i padroni che pagano poco gli operai non fanno notizia, l’aumento dei prezzi dei generi alimentari, dei medicinali, è un’inezia…..eppure bastano presunti milioni di dollari che passano di tasca a tasca tra uomini e donne di rango, vescovi che si radunano e giornalisti televisivi che urlano per far scoppiare guerre di parole. Parole che alla gente comune poco fa guadagnare: i soldi sono finiti. Il riso quasi! Il Congresso nemmeno ci pensa.

Advertisements