goodsamaritan.jpgUn’altra domenica senza il Giancarlo, quella del bravo samaritano. E’ un po’ come vivere in mondi separati,  una realta’ sfaccettata. Mancano i punti di riferimento, la comunicazione e non si sa come percorrere questo insolito e silenzioso labirinto. Giancarlo e’ ancora la’ con i briganti? Abbandonato per strada? Guardato con indifferenza un po’ schifata? Dove? Tortura pericolosa il non sapere cosa fare.  Ecco allora che l’esperienza di isolamento del Giancarlo, da non augurare a nessuno, dovrebbe essere meglio analizzata da coloro che preparano le leggi contro i mali del mondo. Si distende infatti oggi sull’arcipelago lo Human Security Act of 2007 (o Republic Act 9372) chiamata anche la Legge Contro Terrorismo. Non e’ una chiamata alle armi, ma nemmeno un atto di benevolenza verso il prossimo. Insomma inseguire i briganti piuttosto che soccorrere le vittime. Dovrebbe essere invece una chiamata alla santa ragione, ad eliminare le radici della solitudine e della indifferenza.

In realta’ nelle Filippine (85 milioni di abitanti) i ‘briganti’ di nome e di fatto sono ben pochi, ma coloro che potrebbero diventarlo sono ben piu’. A Payao qualcuno lo e’ diventato poco piu’ di un mese fa. Come esperienza si potrebbe proporre, a coloro che fanno le leggi di dimorare per qualche tempo nei villaggi dei piu’ poveri. Percepire il timore nell’attraversare certi luoghi. La difficolta’ di essere aiutati quando si cade in disgrazia. Capirebbero molte cose e forse troverebbero vie nuove per confrontarsi con il problema della insicurezza e anche con quello dei rapimenti.. ..per strada.

Advertisements