Alla mattina c’e’ sempre qualcuno di noi (del PIME ) che racconta di aver sognato il Giancarlo. Ma anche di giorno.  Le nostre fantasie ci portano spesso al possibile nascondiglio dove e’ tenuto e quasi quasi ne respiriamo l’aria attorno, impregnata di suspense. Di solito la sensazione e’ che sia un incubo. Eppure, se non fosse che li’ (nel misterioso luogo dove Giancarlo e’ tenuto) la regola di vita e’ imposta potrebbe benissimo essere un luogo da ritiro sprituale. Un tempo di deserto dove ci si prepara a una ulteriore svolta nel cammino della propria vita. Cosi’ stanotte c’e’ chi ha sognato Giancarlo eremita che, con le sue grandi mani da lavoratore appoggiate al mento, meditava sulla sua esistenza, quelle degli altri e su quella di Dio. Il resto era li’ attorno, a quell’uomo in attesa, con le mani armate. Attesa di che? Di un primo passo all’aperto, di un aria meno pesante. Anche perche’…um!.. abbiamo bisogno di gente risorta per ridare gusto alla vita e pace al sonno.

Good news! Finally the Prelature of Ipil  has a new bishop: Mons. Julius Sullan Tonel.

Born in Davao City on Aug. 31, 1956, Tonel studied philosophy at Saint Francis Xavier Minor Seminary in Davao, and theology at the Central Seminary of the University of Santo Tomas, in Manila. Ordained to the priesthood on April 12, 1980 in Davao at the age of 23, Tonel earned his Licentiate in Liturgical Theology at the Saint Anselmo Pontifical Institute of Liturgy in Rome. He also served as director of the Archdiocesan Family Apostolate in Davao, then as rector of the Archdiocesan Seminary, and president of the Commission for Basic Ecclesiastical Communities. For five years, he was also the rector of the Regional Major Seminary and since 2002, he has been the vicar general of the archdiocese of Davao. No date has been set yet for Tonel’s ordination and installation as bishop of the Prelature of Ipil.  (Manila Bulettin)

Advertisements