Manifestanti filippini bruciano l’effigie del presidente Joseph Estrada durante una manifestazioneal ai cancelli del palazzo presidenziale di Malacangan a  Manila. I manifestanti chiedono le dimissioni del presidente Joseph Estrada per corruzzione. Avrebbe ricevuto più di 400 milioni di pesos (8,3 milioni di dollari) dalla criminalità organizzata che gestisce un gioco illegale d’azzardo illegale chiamato “jueteng”. Estrada ha negato le accuse.

Advertisements