giubileo di Gianni Sandalo

Cari Amici:
L’anno di Grazia che stiamo celebrando rinnovi le nostre menti e i nostri cuori!
Tra qualche giorno ci ritroveremo insieme per l’Annuale Assemblea Regionale. E’ per tutti noi membri del PIME Phil momento di incontro, momento di gioia, forse qualche volta momento di tensioni e momento di decisioni. Sono convinto che ciascuno di noi aspetta questi giorni per ritrovare la carica per andare avanti con speranza, per sentire come sta il confratello, che non si vede da molto tempo, per sentire come e’ la situazione nei posti di lavoro.
L’incontro di quest’anno acquista inoltre maggior significato per il momento di grazia che stiamo passando. Abbiamo chiuso un millennio e ne iniziamo uno nuovo all’insegna dell’anno del Giubileo e del 150 anniversario della fondazione del PIME. Facciamo quindi nostre le parole che il Superiore Generale ha mandato a tutti noi attraverso gli auguri natalizi: “La nostra preghiera si faccia intensa, per convertirci al Signore in modo radicale e completo. Riconosciamo ed accogliamo con gioia i doni che ci da’. Ringraziamo della vocazione con cui ci ha chiamato ad essere suoi amici e collaboratori nel Regno, e per il bene che e’ stato compiuto da tanti missionari dell’Istituto in tanti paesi e chiese nel mondo”
Chi tra noi e’ direttamente coinvolto nell’azione pastorale e’ invitato a presentare l’anno del Giubile come tempo di conversione degli individui e delle comunita’, come concretizzazione nella storia della speranza cristiana e come eplicitazione della solidarieta’ tra le persone.
Facciamo si’ che queste dimensioni entrino anche nelle nostre vite. Non vogliamo essere `professionisti’ o, meglio. `praticanti senza anima’ di quanto siamo cordialmente invitati a fare. Applichiamo questi tre elementi alla nostra vita individuale e alla nostra vita di comunita’. Ciascuno di noi ha bisogno di conversione, di speranza e di solidarieta. Il nostro gruppo ha bisogno di queste tre dimensioni, altrimenti diventa un gruppo di vecchi. Non nel senso cronologico e biologico, ma nell’incapacita’ di sapersi proporre e aprire con gusto alla novita’ e con coraggio alla profezia.
Nelle scelte e decisioni che siamo chiamati a compiere durante l’Assemblea Regionale siano queste tre dimensioni sempre presenti.
Al riguardo interpreto conversione come volonta’ di ritrovare la genuinita’ e il gusto del Gesu’ della storia e del Risorto nella ordinarieta’ delle scelte di ciascuno. Scelte che nascono sempre dalla dimensione della preghiera personale e comunitaria in un confronto con la vocazione di ciascuno di noi. Conversione qui significa disponibilita’ radicale al Dio che si manifesta negli eventi umani. Eventi umani carichi di problemi e tensioni ma nello stesso tempo carichi di speranza.
Siamo chiamati ad essere uomini della speranza “contro ogni speranza”. Sia questa speranza, accompagnata dalla Parola di Dio e dalla celebrazione dell’Eucarestia, ad animare la nostra vita, il nostro operare per essere persone di solidarieta’. Una solidarieta’ che si deve manifestare, vedere e toccare nei nostri gesti di amicizia, di coraggio, di visione serena della vita per dare serenita’ intorno a noi .
Siamo uomini per la missione. Siamo consacrati alla missione. Diventiamone quindi testimoni senza spaventarci. Siamo tutti consapevoli che il nostro cammino non e’ facile. I livelli culturali, sociali ed ecclesiali dove siamo inseriti non sono di facile comprensione. Le tensioni che viviamo a volte ci portano alla stanchezza, non fisica, ma psicologica, a quella stanchezza che porta monotonia ed indifferenza. La poverta’ e l’instabilita’ che ci circonda ci spaventa. Pero’ di fronte a tutto cio’ dobbiamo sempre proclamare con decisione di tenere aperta la porta della vita a Cristo.
Ma questo lo possiamo fare con con autenticita’ solo se la porta della nostra vita e’ aperta alla novita’ dei Lui.
A questo punto, auguriamoci vicendevolmente buon lavoro ed insieme abbiamo il coraggio della conversione, della speranza e della solidarieta’ tra di noi , con la Chiesa, con il PIME con le persone che stanno intorno a noi.
Con amicizia

Advertisements